Super foods: cosa sono e quali sono

Negli ultimi anni sta dilagando la moda dei cosiddetti super foods. Si tratta di alimenti che contengono numerosi principi attivi utili per il nostro organismo. In genere sono vitamine e Sali minerali essenziali per la vita, contenuti in genere in quantità elevate. Ma sono veramente alimenti così ricchi di nutrienti, tanto da non poterli sostituire con altri cibi normalmente disponibili nella dispensa casalinga?

Quali sono i super foods

Alcuni super foods sono ben noti e conosciuti, anche perché ormai si possono trovare ovunque e tutti conoscono i vantaggi di utilizzarli quotidianamente per la propria alimentazione. Pensiamo ad esempio alle proprietà delle bacche di goji o a tutto ciò che si legge del cavolo nero.

Effettivamente le sostanze nutritive utili disponibili in questi super alimenti sono una realtà innegabile; ciò che spesso si dimentica è che anche moltissimi degli alimenti che più comunemente abbiamo in casa possono essere ricchi di questi nutrienti, senza essere per questo “di moda”, o venduti a prezzi elevatissimi.

Gli alimenti che possono essere considerati superiori rispetto ad altri per altro sono molti: le bacche di goji, il cavolo nero, i frutti di bosco, le alghe le barbabietole e tutta la famiglia delle crucifere (cavoli e cavolfiori). Sono super alimenti anche tutti quei cibi che vengono fermentati, come ad esempio i crauti o il kimchi coreano. Per passare poi al tè verde, allo zenzero, al salmone e all’olio di oliva o anche ai semi di chia.

Di cosa sono ricchi i super alimenti

Rispondere a questa domanda non è semplice, in quanto stiamo parlando di una categoria molto ampia, cui per altro periodicamente vengono aggiunti nuovi elementi. Alcuni super alimenti sono particolarmente ricchi di vitamine, come la vitamina C delle bacche di goji; questi frutti contengono poi anche grassi omega3 e Sali minerali in quantità tali da consentire a questi frutti di aiutare enormemente le persone che soffrono di patologie correlate alla vista.

Nell’avocado e nel salmone sono presenti grassi omega3 in quantità sufficienti a proteggere il nostro sistema cardiovascolare. Nei semi di chia si trovano oli, vitamine, Sali minerali ma anche molte fibre insolubili, adatte a migliorare il transito intestinale e a prevenire le malattie del colon retto.

Gli alimenti fermentati contengono moltissimi probiotici, quei batteri che aiutano il nostro intestino a funzionare al meglio e migliorano anche il nostro sistema immunitario. Continuando poi con sostanze antitumorali, vitamine del gruppo B, fibre, Sali minerali e sostanze particolarmente utili all’all’alimentazione umana. Ad esempio le alghe sono l’unica fonte di vitamina b12 non animale; per un vegano non dovrebbero mai mancare tra gli alimenti quotidiani.

Super alimenti molto diffusi

Oltre ai super alimenti esotici, che provengono da Paesi lontani e che non appartengono di diritto alle tradizioni della cucina italiana, sono disponibili anche alimenti comunque ricchi di sostanze benefiche, che possiamo però trovare comunemente in tutte le cucine del nostro Paese.

Si pensi ad esempio all’aglio, ricco in manganese, vitamina C, vitamina b6, selenio e fibre. Oppure all’olio di oliva, soprattutto quello extravergine, spremuto a freddo e conservato in modo corretto, da consumare per lo più crudo.

Possiamo elencare tra i super alimenti anche tutti i frutti di bosco e le bacche, dai lamponi fino ai mirtilli o al ribes; pensiamo poi alla frutta secca o ai funghi, con elevati contenuti di antiossidanti potassio e vitamina A nei secondi, proprietà antiossidanti nei primi. Lo yogurt poi è una delle principali fonti di probiotici disponibile nella maggior parte dei nostri frigoriferi famigliari.

Meglio questi alimenti di quelli esotici?

Non necessariamente, l’importante sta nell’avere un’alimentazione variata, che non prediliga una specifica classe di alimenti. Cercando di avere sempre in tavola almeno un super alimento al giorno, esotico o “casalingo” poco importa.