Estetica: Bava di lumaca o bava di chiocciola?

Molto spesso si commette l’errore di confondere la lumaca con un altro tipo di mollusco: la chiocciola.

Questo accade perché si tende ad utilizzare indistintamente entrambi i termini per indicare la rappresentazione figurata che esprime un movimento estremamente lento, tipico di questi animali.
Purtroppo l’usanza di non distinguere i due molluschi è sempre più diffusa, ma è bene sottolineare che essi non dovrebbero essere confusi tra loro, perché parliamo di due tipologie diverse, con molte caratteristiche comuni, ma anche una fondamentale differenza che qui di seguito vedremo.

La chiocciola

Quando si parla di chiocciola si fa riferimento a un mollusco della classe dei gasteropodi polmonati esattamente come avviene per la lumaca. Essa è dotata di una conchiglia che utilizza sia come scudo per proteggersi da eventuali minacce esterne sia per riposarsi quando entra in uno stato di letargo o si scopre in condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli. Presenta un comportamento estremamente timido che la porta a rifugiarsi appena entra in contatto con altre specie. In alcuni casi basta anche solo che percepisca il minimo spostamento nell’area circostante per sparire dalla circolazione, terrorizzata dall’eventuale presenza di un pericolo come l’attacco di un nemico, oppure un’altra situazione che potrebbe compromettere la sua incolumità.

La presenza della conchiglia è inoltre molto utile per ridurre l’evaporazione dell’acqua che potrebbe causarle un grave stato di disidratazione, molto pericoloso per questa specie di mollusco e talvolta anche letale.
Il piede è il nome con cui viene definita la parte del suo corpo con cui, grazie all’uso di un muscolo molto forte e resistente, riesce a spostarsi e, all’occorrenza, anche a ritirarsi nel suo guscio. È un animale noto soprattutto per la grande lentezza dei movimenti e questa particolarità è una delle cause che hanno dato origine all’equivoco che porta a confonderla con la lumaca, altrettanto famosa per la sua andatura pigra. Il movimento flemmatico di entrambi i tipi è paragonabile a quello di un bradipo e risultano tra gli esemplari di animali più lenti del mondo.

La chiocciola ama vivere in ambienti molto umidi, dei quali ha estremo bisogno per mantenere il suo stato di salute ottimale, e anche privi di luce, infatti trascorre gran parte della sua vita in luoghi bui e nascosti per proteggersi dai raggi del sole. Inoltre la si può trovare molto spesso nei terreni bagnati dalla pioggia, in cui fa capolino per svariate ore o addirittura giornate, fino a quando l’acqua non si asciuga completamente, per poi andare nuovamente alla ricerca di un altro posto con le stesse caratteristiche.
È solita cibarsi di vegetali, in particolare di erba, e del resto della vegetazione che circonda il suo territorio.
Per quanto riguarda l’aspetto sessuale essa si può definire ermafrodita, cioè possiede sia l’apparato riproduttivo maschile che quello femminile.

La lumaca

Anche la lumaca, come la chiocciola, ama vivere negli ambienti estremamente umidi e ombrosi ed è molto frequente che esca allo scoperto durante la notte, anche se non è così strano notarla anche in pieno giorno, in particolare dopo un acquazzone.
Un altro punto in comune con la chiocciola è l’alimentazione. Anche la lumaca infatti si ciba esclusivamente di vegetali ed è perciò particolarmente temuta dai contadini che si sentono minati da questi molluschi nella preservazione delle loro colture.
Inoltre è una specie ermafrodita, così come l’altra: ciò significa che sono entrambe in grado di accoppiarsi con entrambi i sessi.

Un’altra caratteristica che possiede in comune con la chiocciola è quella di secernere una particolare sostanza gelatinosa e trasparente capace di rendere la sua superficie liscia e scivolosa, molto utile in assenza di una conchiglia per sfuggire ai pericoli legati ad esempio a eventuali attacchi esterni di altri animali, ma anche per proteggere i suoi tessuti molli dalle lesioni provocate durante i suoi spostamenti.
La grossa differenza quindi che contraddistingue i due tipi è l’assenza da parte di quest’ultima di un guscio, che faccia da scudo protettivo in caso di necessità.

Bava di Lumaca, delle Lumache o Bava di Chiocciola?

L’aspetto principale da chiarire è quello che riguarda il discorso relativo alla bava di lumaca, ingrediente utilizzato sempre più spesso e con ottimi risultati nella produzione di prodotti per la cura della persona.
I cosmetici a base di questo prezioso componente sono di grande qualità, molto efficaci e usati in tutto il mondo, in particolare nella lotta contro i radicali liberi e per ottenere quindi una pelle più elastica e tonica.
Il dubbio è il relazione a quale sia tra i due molluschi quello da cui viene ricavato questo elisir di bellezza, dato che, molto spesso, si utilizza nel linguaggio comune il termine lumaca per indicare anche l’altra tipologia di mollusco.

Quando parliamo di prodotti a base di bava di lumaca dobbiamo ricordarci che in realtà l’ingrediente in questione è stato ricavato dalla chiocciola, che infatti viene anche spesso raffigurata nel packaging dei cosmetici in questione.

La chiocciola più utilizzata per uso cosmetico è la Helix Aspersa. Anche Nuvò Cosmetic ha scelto questa varietà per la produzione di creme e sieri. Le chiocciole allevate da Nuvò non subiscono in nessuna fase, nemmeno in quella in cui viene estratta la famigerata bava, alcun tipo di violenza. Esse infatti vengono sempre trattate con rispetto e cura, tanto più sapendo di avere a che fare con un tipo di animale dal carattere timido e che al minimo sentore di pericolo si rinchiude