Integratori per artrosi, le 3 molecole migliori per combatterla

Per chi soffre di artrosi è fondamentale individuare i farmaci ma soprattutto gli integratori, più adatti a tenere sotto controllo il dolore articolare. Da non confondere con l’artrite, l’artrosi è dovuta a una affezione articolare cronica, causata da una progressiva “ossificazione” del tessuto cartilagineo a sede delle giunture.

Si suddivide in primaria, scaturita da alterazioni del metabolismo della cartilagine, e secondaria, attribuibile a traumi o a malattie reumatiche.

Le cause e i fattori scatenanti sono molteplici e eterogenei, dall’età, all’obesità, allo squilibrio ormonale, all’ereditarietà, ma anche all’ambiente, al clima e alle abitudini.

Il numero di soggetti affetti da artrosi è in aumento, sia in Italia che negli altri Paesi industrializzati. Da studi effettuati è risultato infatti, che solo negli USA, entro il 2020 saranno oltre 60 milioni i pazienti affetti, sembra necessario, quindi, conoscere le molecole, sotto forma di integratori, più indicate per combatterla.

Integratori per artrosi, tra raccomandazioni e rimedi

L’artrosi, per la diversità di cause che la caratterizzano, risulta difficile nella diagnosi. La cosa più importante da fare, quindi, è effettuare gli esami diagnostici giusti per individuarla, tra cui, risonanza magnetica, TAC e artroscopia, e poi trovare la strada terapeutica più adatta ai propri sintomi.

Ancora oggi, non esistendo una vera e propria cura, le raccomandazioni risultano molteplici e alle volte anche discordanti, per cui, anche i rimedi possono essere molteplici, più invasivi o meno, come la chirurgia o l’utilizzo di protesi artificiali a sostituzione.

Tra i rimendi meno invasivi troviamo l’uso di molecole specifiche che possono essere assunte sotto forma di integratori, utilissime a contrastare i segni di invecchiamento articolare e soprattutto utili come stimolanti alla naturale conservazione ossea.

Le 3 molecole più utilizzate restano:

  • Il collagene idrolizzato
  • L’MSM (Metilsulfonilmetano)
  • I minerali (magnesio e zinco)

Cosa offre il mercato

Il mercato offre un’ampia gamma di soluzioni e di integratori contro i disturbi dell’artrosi che vanno a ristabilire eventuali carenze proteiche oppure combattono il processo naturale che porta all’invecchiamento delle articolazioni e del tessuto osseo.

Per quanto riguarda i sintomi infiammatori a carico dei legamenti, potrebbe risultare necessario il rispristino delle giuste quantità di collagene nelle articolazioni.

Il collagene è tra le proteine più abbondanti nell’organismo, con concentrazioni di circa il 25% in tutto il corpo ma con una presenza maggiore, pari al 50%, nelle cartilagini e nelle ossa.

La riduzione di questa proteina comporta un graduale invecchiamento dei tessuti che la contengono e quindi, un’infiammazione delle zone coinvolte.

Gli integratori per artrosi a base di collagene idrolizzato sono, per cui, utili a ristabilire il giusto apporto della proteina e a risanare i tessuti coinvolti.

  • Reuma Collagen e Colswine della GEFO Nutrition srl risultano essere perfetti nella prevenzione e nel trattamento dei dolori associati al deterioramento e alla perdita del collagene, grazie anche alla ricca combinazione con vitamine (C, D e E), con antiossidanti (curcuma longa e piper longum), con sostanze naturali (glucosamina) e con i sali minerali (calcio e zinco), difficilmente reperibile in altri preparati con la stessa funzione.

Per mantenere invece, le molecole di collagene elastiche, per rallentarne il degrado, per favorirne la rigenerazione e la protezione risulta molto efficace l’utilizzo del Metil Sulfonil Metano(MSM).

  • Sidermis della Gefo Nutrition srl, trova in associazione con Silicio e Vitamina C, si integra perfettamente con il Reuma Collagenin quanto la sintesi del collagene è dipendente dal silicio e vitamina C.

Infine, i sali minerali come lo zinco e il magnesio, sono molto importanti per le articolazioni intervenendo nella produzione dell’ormone della crescita e nella moltiplicazione cellulare, portando alla formazione dello ione calcio, essenziale alla coagulazione del sangue e al corretto funzionamento dei nervi e dei muscoli.

  • Potential N Omikron della Gefo Nutrition srl apporta i costituenti fondamentali alla regolazione della costituzione (calcio) e della ricostruzione (zinco) ossea, prevenendo così l’insorgere delle rotture e fratture.

Alimentazione e artrosi

L’artrosi può essere tenuta sotto controllo anche con una corretta e sana alimentazione, visto che molte cause scatenanti derivano da errati stili di vita e alimentari.

I cibi indicati

Sembrerebbe che una dieta povera di proteine animali, una dieta vegetariana quindi, esporrebbe in modo minore alla malattia, infatti, verdure come cavolfiore, cavolo cappuccio, verza, broccoli e ortaggi come, zucca, carote, cicoria siano particolarmente indicate a tenere a bada i focolai dell’infiammazione.

Molto consigliati inoltre, anche pesce, frutta secca, frutti rossi e spezie. L’ananas, la curcuma e lo zenzero restano comunque tra gli alimenti principe contro gli stati infiammatori.

Cibi da evitare

Sono da evitare in linea di massima gli zuccheri, le farine raffinate, la carne e i grassi in eccesso. I latticini, ricchi di grassi saturi che stimolano la sintesi delle prostaglandine, andrebbero ridotti insieme a pomodori, patate, melanzane e peperoni a causa della solanina sostanza ad alto tasso infiammatorio.