Coam etilico: cos’è, cause, sintomi e rimedi

Il coma etilico è sfortunatamente una condizione che si verifica spesso, soprattutto tra le persone più giovani che assumono una quantità eccessiva di alcol in un breve lasso di tempo.

Si tratta di una condizione molto grave, che può portare in alcuni casi anche alla morte e che per questo dovrebbe essere evitata in ogni modo. Fin troppo spesso si sottovalutano i rischi dell’assunzione dell’alcol etilico, abusando di bevande alcoliche e di superalcolici.

Nelle prossime sezioni analizzeremo in maggiore dettaglio il coma etilico sotto tutti i punti di vista, cercando innanzitutto di definirlo, per poi scoprire quali sono le cause che possono portare a questa condizione e quali sono i possibili rimedi che si possono mettere in atto per porre rimedio ad una condizione grave.

Cos’è il coma etilico?

Partiamo dalla definizione e dunque dal capire cos’è il coma etilico. Si tratta della principale conseguenza che si può avere in seguito all’assunzione eccessiva di alcol etilico, contenuto nelle bevande alcoliche ed in quantità nettamente superiore nei superalcolici.

Quando insorge il coma etilico si va di fatto in coma e si manifesta una progressiva alterazione della funzionalità di diversi organi ed apparati. Questa conseguenza dell’abuso in acuto dell’alcol può avere infatti ripercussione su tutti gli organi, colpendo in particolar modo il fegato, il quale è preposto al metabolismo dell’alcol e di numerose altre sostanze che vengono introdotte per via alimentare.

Cause del coma etilico

Parlando delle cause del coma etilico bisogna citare l’abuso di alcol. È questa infatti la causa scatenante di questa grave condizione, che come abbiamo detto può anche portare alla morte del paziente.

Bisogna sottolineare che il coma etilico non si verifica come conseguenza di un abuso cronico di alcol, in quel caso infatti si avranno altri tipi di disturbi, primo fra tutti la cirrosi epatica, con conseguente aumento del rischio di sviluppare un carcinoma epatico.

Perché si verifichi il coma da etanolo è necessario invece che venga assunta una elevata quantità di alcol in breve tempo. Questo mette a rischio soprattutto i giovani, fra i quali l’assunzione di bevande alcoliche è molto diffusa e che spesso non riescono a gestire al meglio la quantità di alcol assunta, con rischio di sovradosaggio.

Il rischio è ulteriormente aumentato nelle persone che non sono abituate all’assunzione di alcol, a causa di una ridotta espressione degli enzimi preposti alla sua metabolizzazione, e nelle donne, a causa di una maggior proporzione di massa grassa rispetto alla massa magra, se confrontata con quella dell’uomo.

L’alcol etilico tende infatti a depositarsi a livello della massa magra e quindi si ha una eliminazione più lenta dello stesso. Questo porta ad un rischio maggiore di livelli plasmatici elevati, che superino le concentrazioni massime consentite e che portino a delle conseguenza anche gravi come quella appunto del coma etilico.

Conoscere questa causa del coma etilico porta anche a poter intervenire per evitarlo: è sufficiente infatti non assumere alcol, o comunque assumerlo nelle dosi massime consigliate per non incorrere nel coma da etanolo.

Sintomi e conseguenze del coma etilico

Parliamo ora dei sintomi del coma etilico e delle conseguenze che esso può avere. In questa sezione parleremo dunque della manifestazione tipica del coma da etanolo, che può verificarsi in coloro che esagerano con l’alcol in un breve intervallo di tempo.

Il paziente con coma etilico si presenta tipicamente con uno stato di incoscienza profonda, accompagnato da arrossamento cutaneo e da alitosi. L’alitosi è conseguente al marcato metabolismo dell’etanolo in corso, processo nel quale si forma anche dell’acetone, che viene poi eliminato in parte con la respirazione.

Un’altra conseguenza dell’assunzione eccessiva di alcol è l’eccessiva vasodilatazione, che porta alla comparsa di ipotermia. Si tratta di una conseguenza importante da considerare, perché in alcuni casi può essere la causa di morte.

La vasodilatazione comporta anche una marcata ipotensione arteriosa, ovvero una diminuzione della pressione sanguigna dovuta ad un calo delle resistenze periferiche, che consegue proprio all’aumento del calibro dei vasi.

Non bisogna dimenticare poi che l’etanolo può agire anche a livello del centro del respiro, inducendo una depressione dello stesso. Questo effetto dell’etanolo non si verifica per una assunzione corretta dell’alcol, ma può comparire in caso di sovradosaggio e può essere una causa di decesso per i pazienti in coma etilico.

Terapia e rimedi per il coma etilico

Sfortunatamente il coma da etanolo si verifica piuttosto spesso, dunque è utile sapere quali sono i possibili rimedi per il coma etilico, i quali possono essere messi in atto nel caso in cui il paziente dovesse presentare questo tipo di problematica.

Trattandosi di una situazione che mette a rischio la vita del paziente, il consiglio migliore è di chiamare un ambulanza per ricevere soccorso e per far sì che l’individuo in coma da etanolo possa essere portato al più presto in ospedale.

La terapia messa in atto in ospedale ed inizialmente già durante il trasporto in ambulanza è volta essenzialmente al trattamento delle condizioni con cui si presenta il paziente. In particolare si cerca di opporsi all’ipotermia, all’acidosi e all’ipoglicemia, tutte condizioni gravi e potenzialmente pericolose per la sopravvivenza.

Per correggere e trattare l’acidosi metabolica si utilizzano ad esempio delle soluzioni di bicarbonato e delle soluzioni di lattato di sodio, mentre per riportare gli elettroliti ai valori fisiologici è possibile impiegare delle apposite soluzioni saline.

Abbiamo accennato nei sintomi che il paziente può andare incontro ad una depressione respiratoria. Anche questa è una complicanza potenzialmente fatale e che merita dunque di essere trattata con urgenza. Per il trattamento di questa complicanza si può sfruttare un supporto con la respirazione artificiale.

Come è facile intuire dalla descrizione della terapia per il coma etilico, si tratta di procedure e di somministrazioni che devono essere eseguite da personale medico qualificato. Il coma da etanolo è una condizione molto grave, che non deve assolutamente essere sottovalutata e che se non trattata in modo tempestivo può portare anche alla morte del soggetto.

Il nostro consiglio e la nostra raccomandazione è di chiamare immediatamente i soccorsi non appena si dovessero notare i sintomi messi in luce nella sezione di questa descrizione sul coma etilico, o anche nel caso in cui si sospetti una condizione di questo tipo.

CERCHI UN INTEGRATORE PER DIMAGRIRE NATURALMENTE?

curcuma per dimagrire