Ipocondria

L’ipocondria viene classificata come disturbo psichico.

Chi ne è affetto, solitamente, ha paura di tutti i tipi di malattia e pensa perennemente di essere colpito da qualche grave ed incurabile patologia.

L’ipocondria si genera nel momento in cui un soggetto si convince che ogni singolo sintomo, anche quello meno significativo, possa sconvolgere la sua vita ed essere una grande fonte di pericolo.

Si tratta di un terrore che non è fondato su basi solide e reali.

Semplicemente le persone ipocondriache temono molto per la propria salute e tendono a drammatizzare anche i più piccoli eventi.

Soggetto Ipocondriaco: Cosa vuol dire?

soggetto ipocondriaco

Essere ipocondriaci vuol dire soffrire di una patologia psichica nota, appunto, con il nome di ipocondria.

L’ipocondria si caratterizza per il sopraggiungere di una preoccupazione molto forte e solitamente infondata, che sfocia nell’ossessione di essere vittima di malattie pericolose e molto gravi per la propria salute.

Gli ipocondriaci, spesso, si consumano per il terrore di essere ammalati oppure di soffrire di patologie che possono compromettere la loro vita in maniera irrimediabile.

Questi soggetti, solitamente, effettuano numerosi tipi di visite mediche, test e check up e vogliono che la loro salute sia accertata al 100%.

Sono soffocati dal terrore, dalla paura e dalla preoccupazione e vorrebbero sempre avere sotto controllo il rischio di incorrere nelle patologie.

Ipocondria: Di cosa si tratta?

ipocondria

L’ipocondria è uno stato di agitazione e di malessere generalizzato associato ad una serie di fobie.

Esiste uno stato di angoscia reale, generato da tale disturbo, che porta all’insorgere di diversi problemi.

I soggetti colpiti sono sia uomini che donne, di fasce d’età diverse.

Chi soffre di questo tipo di disturbo accusa forti stati di ansia, vertigini e attacchi di panico ogni volta in cui è colpito da un minimo sintomo a livello fisiologico.

Generalmente, questi forti stati di crisi e di ansia che si generano con l’ipocondria, danno luogo a delle palpitazioni, crampi o formicolii.

Non è ancora ben chiaro quali siano le vere cause scatenanti di questa patologia.

A volte, infatti, l’ipocondria è conseguenza di uno stato depressivo mentre, in altri casi, potrebbe essere causata da un trauma.

I risultati di alcuni studi appositamente effettuati per scoprirne le più profonde cause, hanno fatto emergere che alcuni traumi potrebbero essere l’assenza da parte dei genitori nell’età adolescenziale, oppure la convivenza con soggetti colpiti da determinati tipi di malattie.

È bene che un soggetto ipocondriaco effettui un apposito percorso psicofisico, utile anche per combattere la nosofobia, causa di isolamento sociale e sviluppo di problemi di natura ossessiva compulsiva.

Quando compaiono i primi sintomi che potrebbero ricondursi ad ipocondria è bene rivolgersi subito ad uno specialista per eliminare il problema alla base, prima che possano nascere peggioramenti.

CERCHI UN INTEGRATORE PER DIMAGRIRE NATURALMENTE?

curcuma per dimagrire