Pelle a buccia d’arancia: cos’è e come sconfiggerla

La pelle a buccia d’arancia è l’inestetismo visibile della cellulite e viene definito in questo modo perché la cute assume un aspetto simile a quello di una buccia d’arancia.

Combattere la cellulite e contrastare la pelle a buccia d’arancia non è impossibile, basta sapere cosa fare ed avere la costanza e l’impegno di mettere in atto i consigli utili.

Oltre all’aspetto prettamente estetico, la cellulite si presenta con alterazioni patologiche del tessuto sottocutaneo.

Sebbene queste alterazioni non siano visibili esteriormente, combattere la cellulite significa proteggere anche il tessuto sottocutaneo, non focalizzandosi necessariamente sull’inestetismo esteriore.

Un motivo in più per impegnarsi ad eliminare la pelle a buccia d’arancia e a rallentarne la formazione.

Leggi anche: Barò Anticellulite: la forza dell’uva per combattere la cellulite

Pelle a buccia d’arancia cause

  1. L’idratazione

pelle a buccia d'arancia idratazioneLa prima buona abitudine per combattere la pelle a buccia d’arancia è avere una buona idratazione.

Per un’idratazione ottimale non basta l’applicazione topica di creme idratanti, ma bisogna agire alla base bevendo almeno due litri di acqua al giorno.

Bere quantitativi corretti di acqua ogni giorno aiuta non solo ad avere una cute correttamente idratata, ma contribuisce anche al giusto funzionamento dei reni, i quali ricoprono un ruolo centrale nell’eliminazione delle scorie e dei prodotti di scarto del metabolismo attraverso le urine.

Per alcuni raggiungere il minimo raccomandato di due litri di acqua al giorno potrebbe risultare difficile.

In questo caso, sebbene il consiglio di base sia cercare di sforzarsi al massimo, è possibile ovviare in parte al problema introducendo acqua con centrifugati di frutta e verdure fresche. Un’altra alternativa sono le tisane, ad esempio quelle con effetto drenante a base di carciofo e di finocchio.

Fra le bevande con effetto drenante per combattere la pelle a buccia d’arancia si ricorda inoltre il tè verde, utile anche per la ricca quota di antiossidanti naturali e per il contenuto in manganese, che contribuisce all’omeostasi del tessuto osseo ed aiuta a contrastare l’osteoporosi.

  1. Alimentarsi correttamente

verdureUn altro aspetto fondamentale nella lotta all’inestetismo della cellulite è l’alimentazione.

E’ consigliabile seguire i consigli della dieta anticellulite, introducendo nelle proprie abitudini alimentari gli alimenti che aiutano a contrastare la ritenzione idrica e l’accumulo di tessuto adiposo.

Le caratteristiche fondamentali di questa dieta sono la riduzione del sale e degli zuccheri semplici, affiancata dall’uso di alimenti con proprietà drenanti, antiossidanti e ricchi di vitamine.

  1. Fare attività sportiva

attività fisicaPer dire addio alla pelle a buccia d’arancia è importante impegnarsi nell’attività fisica. La vita sedentaria è dannosa ed ha ripercussioni negative non solo relativamente alla cellulite, ma in generale sul benessere psicofisico dell’organismo.

L’ideale sarebbe iscriversi ad un corso in palestra e puntare su esercizi che mirino a tonificare le cosce ed i glutei, aree più frequentemente colpite dalla cellulite. Anche corse e passeggiate all’aria aperta sono un ottimo metodo per tenersi in movimento.

  1. Evitare fattori di rischio

Alcune abitudini sono dannose, per la cellulite e per la salute in generale.

Bisognerebbe evitare assolutamente, ad esempio, il fumo di sigaretta e ridurre in modo drastico il consumo di caffè e di alcol, i quali tendono ad aumentare la ritenzione idrica.

  1. Argilla contro la pelle a buccia d’arancia

L’argilla può aiutare a combattere l’inestetismo della cellulite ed impiegarla è molto semplice.

Una rapida preparazione di un trattamento all’argilla è la seguente:

  • Diluire in acqua ricca di magnesio due cucchiai di argilla verde
  • Mescolare fino a rendere il composto compatto
  • Applicare il composto sulle zone colpite dalla pelle a buccia d’arancia
  • Avvolgere la zona dell’applicazione con della pellicola trasparente
  • Attendere trenta minuti
  • Rimuovere e sciacquare la zona interessata

Leggi anche: Barò Anticellulite: la forza dell’uva per combattere la cellulite